Che triste la morte di un giorno.
Quando il sole decade
dal suo ultimo arco descritto in cielo
verso il confine dello sguardo.
Poi, il suo ultimo rossore,
come uno sforzo tremendo
di rimanere ancora in vita.
Ma inesorabilmente affonda
e ti sembra sentir
il gorgoglio dell’acqua che lo ricopre,
mentre, le ombre stanno ricoprendo
ogni cosa che ti circonda.
Ne più lo sguardo verrà
eccitato dai colori della vita
né ostacolato dalla sua limitazione.
Le ombre così soffici che si diffondono
sulla sabbia e sui monti,
ti trasferiscono un senso di pace
che in poco tempo ti conquista.
Ma sei triste.
Triste di esserti arreso
senza aver combattuto.
Di esserti rassegnato ad accettar tutto,
come la morte del giorno
che ha avvolto le cose nell’ombra della notte,
come le tue ombre che avvolgeranno ogni tuo pensiero
mentre, inesorabilmente affonderai
nel buio della morte.

Chiudi il menu
×

Carrello